Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotizienuoroCronacaOpere › A Orosei il Tar dà ragione ad Abbanoa: sbloccati 6 mln di euro
S.A. 12 gennaio 2015
Rigettato il ricorso presentato da un’impresa che non si era aggiudicata i lavori per la realizzazione del nuovo depuratore di Sos Alinos e dei collettori fognari al servizio delle località del litorale di Orosei
A Orosei il Tar dà ragione ad Abbanoa: sbloccati 6 mln di euro


OROSEI - I giudici del Tribunale amministrativo regionale hanno rigettato il ricorso presentato da un’impresa che non si era aggiudicata i lavori (l’importo a base d’asta era di 6 milioni 672mila euro) per la realizzazione del nuovo depuratore di Sos Alinos e dei collettori fognari al servizio delle località del litorale di Orosei. Ad aggiudicarsi l’appalto, risalente allo scorso maggio, era stato un raggruppamento temporaneo d’imprese composto dalla Tilocca Srl, Icort srl e Lombarda costruzioni srl. L’intera procedura, però, era rimasta bloccata dal contenzioso legale.

La sentenza dei giorni scorsi ha confermato l’aggiudicazione al raggruppamento che, salvo ulteriori intoppi, potrà completare la progettazione e successivamente avviare i lavori. La ditta che aveva presentato ricorso, invece, dovrà pagare le spese legali. L’intervento in programma è atteso da diversi anni. Abbanoa ha ottenuto i finanziamenti tramite il “Fondo per lo sviluppo e coesione – programmazione regionale e assegnazione di risorse per interventi di rilevanza strategica regionale nel Mezzogiorno nei settori ambientali della depurazione delle acque”.

Attualmente le zone a mare del Comune di Orosei (Cala Liberotto, Catreattu, Fuille Mari, Sas Linnas Siccas e Sos Alinos) sono dotate di un impianto di depurazione sottodimensionato per il reale carico nei periodi estivi: circa duemila abitanti equivalenti a fronte di una reale esigenza di oltre ottomila abitanti. Il nuovo impianto, che sorgerà a fianco del vecchio avrà tutte le sezioni di trattamento necessarie alla completa depurazione nel pieno rispetto delle normative vigenti. Sarà dimensionato e articolato in maniera tale da poter trattare le portate invernali e le ben più consistenti portate estive attivando due linee parallele. Il sistema di adduzione dei liquami verso il depuratore sarà composto da cinque impianti di sollevamento e quasi sei chilometri di condotte con diametri variabili tra i 100 e i 250 millimetri e realizzate in gress (tratti a gravità) e ghisa sferoidale (tratti in pressione).
Commenti
30/8/2016
La Giunta regionale ha autorizzato l´agenzia regionale Area ad utilizzare le economie di vecchi finanziamenti pari a 180mila euro per la realizzazione delle opere di urbanizzazione
30/8/2016
Il sindaco Settimo Nizzi chiede maggiore collaborazione e difende il suo operato: «La nostra colpa è stata quella di rimuovere la discarica di Pittulongu e ripristinare un´area destinata ai parcheggi»
© 2000-2016 Mediatica sas