Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotizienuoroPoliticaAgricoltura › «Fondi Ue: in Agricoltura non abbiamo perso un euro»
A.B. 2 gennaio 2015
«Abbiamo evitato che la Sardegna restituisse i finanziamenti dell´Unione Europea», ha dichiarato il delegato regionale dell´Agricoltura Elisabetta Falchi
«Fondi Ue: in Agricoltura non abbiamo perso un euro»


CAGLIARI - «Con uno sprint al fotofinish abbiamo evitato, nell’anno appena concluso, il disimpegno delle risorse messe a disposizione dall’Unione europea per l’agricoltura sarda e il rischio quindi di rimandarle a Bruxelles». Lo ha dichiarato l’assessore regionale dell’Agricoltura Elisabetta Falchi, commentando le dichiarazioni del Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina, sul report pubblicato dal Mipaaf per le risorse erogate dall’Italia nei Programmi di sviluppo rurale (Psr 2007-2013).

«Si tratta di un grande risultato, portato a casa in poco più di sette mesi – ha spiegato l’esponente della Giunta Pigliaru – che si è raggiunto grazie all'enorme lavoro di squadra tra le strutture dell’Assessorato, guidate dal direttore generale Sebastiano Piredda, e le Agenzie regionali per l’agricoltura, in particolare Argea e il suo direttore generale Gianni Ibba». Le risorse in questione sono quelle del Psr 2007–2013, su cui l’Ue ha previsto la formula “N+2” (due anni in più oltre la scadenza del 2013 per completare la spesa dei fondi, pena la restituzione). «Si partiva da un lascito della scorsa Amministrazione preoccupante, che ci imponeva un impegno doppio rispetto a quello classico – ha osservato Falchi –, ciononostante siamo riusciti a spendere quasi 190milioni di euro per l’annualità 2014».

Molto soddisfatto anche il direttore generale di Via Pessagno Sebastiano Piredda: «Tanto lavoro per un’impresa molto positiva per il futuro dell’agricoltura sarda, per le strutture dell’Assessorato e delle Agenzie». Il raggiungimento dell’obiettivo finale è fissato al 31 dicembre 2015, quando si concluderà l’N+2 e tutte le risorse messe sul piatto da Bruxelles dovranno essere spese. «L’esperienza maturata nel 2014 ci ha permesso di collaudare la squadra e – ha concluso la titolare dell’Agricoltura – sono certa che ci impegneremo ancora di più per mettere a disposizione delle nostre imprese le risorse inviate dall’Unione europea, perché tanto rimane ancora da fare».

Nella foto: l'assessore regionale Elisabetta Falchi
Commenti
10:06
Dopo la stagione horribilis dello scorso anno con un autunno al secco a causa della siccità, quest’anno, grazie alle abbondanti precipitazioni dei mesi scorsi ed alla programmazione del Consorzio di bonifica della Sardegna centrale, si stanno creando i migliori presupposti per una tranquilla stagione irrigua e turistica
23/2/2017
Il voto di ieri della Commissione Bilancio, in cui hanno destinato 14 milioni di euro al ritiro del Pecorino romano, è chiara e palese volontà della Regione di ignorare i pastori e pensare solo ai trasformatori: Coldiretti contro la decisione politica e annuncia nuova mobilitazione
23/2/2017
Studenti e tecnici hanno partecipato alla due giorni di formazione innovativa organizzata da Laore nell´Istituto tecnico agrario Duca degli Abruzzi
23/2/2017
Il presidente e il direttore provinciale Giovanni Murru e Giuseppe Casu chiedono dunque alla regione di valutare la possibilità di riaprire il bando di accesso ai benefici per le aziende agricole colpite
22/2/2017
Si tratta del finanziamento per l’avvio di nuove attività agricole con il primo insediamento in agricoltura dei giovani che non abbiano compiuto i 41 anni. Domande a sportello tra il 15 marzo 2017 e il 14 aprile 2017
© 2000-2017 Mediatica sas