Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotizienuoroSaluteSanità › Al San Francesco di Nuoro arriva Fibroscan
S.A. 23 dicembre 2014
Si tratta di una importante conquista per i pazienti, che non dovranno più essere sottoposti al tradizionale e invasivo prelievo di tessuto per il monitoraggio delle malattie epatiche
Al San Francesco di Nuoro arriva Fibroscan


NUORO - All'Ospedale San Francesco di Nuoro sarà possibile controllare la salute del fegato con un esame indolore e non invasivo. Questo è possibile grazie a una nuova tecnologia chiamata Fibroscan, utilizzata all'interno del progetto dal titolo "Screening, valutazione diagnostica e monitoraggio delle malattie epatiche croniche nella Sardegna centrale", realizzato dal Dott. Francesco Arcadu, direttore della S.C. di Medicina, e finanziato dalla Fondazione Banco di Sardegna.

«Fibroscan – spiega il Dott. Arcadu – è un'apparecchiatura che, a prima vista, ricorda vagamente l'ecografia; è dotata di sonda, che viene appoggiata sul torace in corrispondenza del lobo destro del fegato. Questa sonda emette una vibrazione meccanica, che viaggia all’interno del fegato con una velocità diversa a seconda che il tessuto sia sano o ci siano alterazioni fibrotiche e/o cirrotiche, che rendono più consistente l'organo. La sonda è collegata a un computer che calcola la velocità con cui le vibrazioni meccaniche raggiungono il fegato e le traduce in un numero, che indica lo stato di salute del fegato».

L'apparecchiatura acquistata è di ultima generazione; consente di valutare anche la presenza di una steatosi epatica, ed è dotato di una sonda più larga, particolarmente indicata per i pazienti obesi. L'esame non sostituisce del tutto la biopsia epatica, ma ne limita sicuramente il ricorso. Si tratta di una importante conquista per i pazienti, che non dovranno più essere sottoposti al tradizionale e invasivo prelievo di tessuto. Il Fibroscan può essere ripetuto frequentemente ed è rapido: in 10-15 minuti fornisce una diagnosi certa. Essendo computerizzato, offre risultati oggettivi, che non dipendono dall'esperienza dell'operatore che lo esegue.

«Il nostro ringraziamento – afferma ancora il primario di Medicina – va senz'altro alla Fondazione Banco di Sardegna, che ha voluto credere nella bontà di un progetto fondamentale per il Nuorese, dove l'incidenza di patologie legate al fegato è abbastanza importante». La nuova metodica diagnostica sarà pienamente operativa entro il prossimo mese di gennaio, dopo un indispensabile periodo di formazione con esperto proveniente direttamente dalla Francia, Paese dove è stata studiata e sperimentata per prima.
Commenti
17:48
Corso pratico di counselling “Allattamento al seno: Formazione formatori”, si terrà da lunedì 23 a venerdì 27 gennaio presso la sala convegni dell´Ospedale Santissima Annunziata
20/1/2017
I consiglieri regionali Daniela Forma, prima firmataria, Moriconi, Cozzolino, Deriu, Piscedda e Solinas hanno presentato un´interrogazione urgente all’assessore della Sanità Luigi Arru per avere chiarimenti in merito alle procedure di attuazione della normativa sul modello ordinario di gestione delle aree socio sanitarie locali create con la riforma che ha introdotto l’Azienda unica Ats
18/1/2017
L’approvvigionamento è tornato alla normalità in tutti gli ospedali della Sardegna. Lo comunica l’Assessorato della Sanità, che per venerdì prossimo ha convocato un incontro con tutti i responsabili dei Centri trasfusionali
© 2000-2017 Mediatica sas