Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotizienuoroCronacaManifestazioni › Il Movimento dei pastori sardi marcia su Cagliari
A.B. 22 settembre 2014
Domani mattina, è in programma la manifestazione di protesta contro la crisi che sta mettendo in ginocchio un settore storicamente perno dell’economia isolana
Il Movimento dei pastori sardi marcia su Cagliari


NUORO – E’ tutto pronto per la manifestazione che martedì mattina vedrà il Movimento dei pastori sardi sfilare per le vie di Cagliari. Questo, per protestare contro la crisi che sta mettendo in ginocchio un settore storicamente perno dell’economia isolana. Tutti gli allarme lanciati verso il palazzo della Regione Autonoma della Sardegna sono caduti nel vuoto, quindi, la manifestazione è diventata, agli occhi dei lavoratori, l’unica strada per dare uno scossone forte alla situazione.

Il ritrovo è previsto in Piazza Yenna, con partenza alle ore 10.30, per poi transitare in Largo Carlo Felice, in Via Roma, in Viale Trieste, Via Pola e Viale Trento, per manifestare davanti al Palazzo della Giunta. Diverse norme di sicurezza sono state sancite dal questore di Cagliari Filippo Dispenza, che ha deciso come, per favorire l’accesso negli uffici della Regione, i manifestanti dovranno lasciare liberi accessi e vie di fuga. Durante la manifestazione, sarà vietato vendere ed avere con se bevande in contenitori di metallo, plastico o vetro. Inoltre, sarà vietato coprirsi il volto, sfilare con animali o mezzi agricoli, esporre prodotti agricoli senza l’osservanza delle norme igieniche prescritte per legge.

Proprio le prescrizioni provenienti dalla Questura hanno creato qualche polemica ed il consigliere regionale Efisio Arbau, che interviene partendo dalla «sciocca organizzazione dell'ordine pubblico. Il pregiudizio verso i pastori è evidente ed il provvedimento che ne è uscito è incostituzionale, perché limita senza ragionevolezza il diritto a manifestare ed a esprimere la propria opinione». Poi, il rappresentante de La Base in Consiglio Regionale va sul merito della manifestazione. «I mesi scorsi sono stati la fotografia di un Consiglio ed una Giunta che hanno a cuore le sorti della pastorizia. La legge che mette i soldi per la lingua blu in un periodo nel quale si annullano iniziative per decine di migliaia di euro, il testo unico su distretti, biodiversità e marchio, nonché l'aver aggiustato il Psr a favore del settore. Basta? Va tutto bene? Chi sta nel nostro mondo reale (l'unico che regge in mezzo al disastro degli altri settori) sa che le cose che non vanno sono tante. Il credito, la burocrazia regionale ed in generale la mancanza di un sistema che coordini l'attività di tutti. Detto questo, ho trovato fuori luogo l'attacco all'assessore Falchi, perché non incontra il movimento sul Psr, nonché la furibonda ed ingiustificata caccia contro le associazioni agricole e verso coloro che si occupano del settore. Ad ogni buon conto, mi trovate al solito numero di telefono ed in ovile. Buona manifestazione», conclude.
Commenti
28/7/2016
Siglato a Palazzo Ducale, davanti a sindaco e segretario comunale, l´atto con il quale il gremio devoto a San Maurizio accetta le indicazioni della commissione intregremiale e della commissione storica della Faradda
28/7/2016
Presentati questa mattina, tutti gli appuntamenti della Discesa dei Candelieri e le novità dell´edizione 2016
14:07
I manifestanti sono rimasti per quattro ore e mezza nel piazzale antistante la fabbrica della Rwn Italia, accusata di costruire e fornire ordigni che poi finirebbero anche in Arabia Saudita
© 2000-2016 Mediatica sas