Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotizienuoroCronacaServizi › Motorizzazione più a rischio. Dossier Nuoro al Ministero
A.B. 21 luglio 2014
Oltre ottanta le persone che hanno partecipato all’assemblea pubblica di questa mattina. La questione verrà discussa mercoledì a Roma e giovedì nel corso del Consiglio Regionale
Motorizzazione più a rischio
Dossier Nuoro al Ministero


NUORO - Oltre ottanta persone hanno partecipato questa mattina, lunedì 21 luglio, nelle sale dell’“Euro Hotel”, all’assemblea pubblica promossa da “Confartigianato Nuoro” e dalle autoscuole del territorio contro la ventilata chiusura della Motorizzazione. Artigiani, cittadini, associazioni, Istituzioni locali, provinciali e regionali, e politici, hanno animato la discussione che ha voluto puntare il dito contro una prospettiva che metterebbe ancora più in ginocchio un intero territorio.

Per Confartigianato erano presenti la presidente provinciale Maria Carmela Folchetti, il segretario provinciale Pietro Contena ed il vicepresidente nazionale di “Confartigianato Trasporti” Giovanni Antonio Mellino. Tra gli intervenuti, i consiglieri regionali Efisio Arbau (La Base), Luigi Crisponi (Riformatori) e Daniela Forma (Partito Democratico), il deputato Roberto Capelli (Centro Democratico), il sindaco di Nuoro Alessandro Bianchi, l’ex presidente della Regione Angelo Rojch ed i sindaci di Tertenia Luciano Loddo, Barisardo Paolo Fanni, Fonni Stefano Coinu, Macomer Antonio Succu, Lanusei Davide Ferreli, Tortolì Massimo Cannas ed il presidente di “Confindustria Nuoro”, Roberto Bornioli. Una comunicazione di pieno sostegno è arrivata dal senatore del Pd Giuseppe Luigi Cucca impegnato a Palazzo Madama. Assente, invece, l’assessore regionale ai Trasporti Massimo Deiana.

«Si continua con lo smantellamento sistematico del territorio – ha dichiarato la presidente Folchetti nella sua relazione – e noi contro questa azione dobbiamo battagliare ed essere uniti. Questo non è un problema delle sole province di Nuoro e Ogliastra, ma di tutta la Sardegna che sta facendo scivolare l’intero territorio in un piano sempre più secondario se non in ultima posizione. Con una lettera e attraverso incontri ad hoc, interesseremo sia la Regione ma soprattutto Roma, partendo dal Ministro dei Trasporti in giù». L’assemblea ha poi puntato il dito contro la politica romana, colpevole di accorgersi del nuorese solamente quando si parla dei carcerati di massima sicurezza e del “41 bis”. «Abbiamo bisogno di maggiore presenza di uno Stato che sta lentamente andando via – è stato rimarcato – adesso il problema è la Motorizzazione ma presto arriverà il turno della Questura che potrebbe essere trasformata in una struttura secondaria». I consiglieri regionali hanno annunciato come la problematica sarà presentata in una mozione già giovedì 24 luglio nell’Aula di Via Roma, a Cagliari.

Contena ha sottolineato come «ora sarà importante la sinergia tra imprese a Amministrazioni per far pressione sulla politica, per salvare due province, gli abitanti e un sistema socio-produttivo in progressivo disfacimento». Il segretario ha ricordato come siano quasi 10mila le operazioni che la Motorizzazione di Nuoro effettua ogni anno: più di 3mila le revisioni di camion, mezzi speciali e autobus, ben 6.212 le prove d’esame per il conseguimento delle patenti e un numero non quantificabile di altre operazioni, come il duplicato delle patenti o la reimmatricolazione, che non sono sottoposte a statistiche. Il presidente di “Confartigianato Trasporti Sardegna” Mellino ha informato i presenti come mercoledì sarà a Roma per presentare, attraverso un dettagliato documento, la questione al direttore generale della Motorizzazione ed al direttore compartimentale, affinché il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi possa interessarsi direttamente. «Bisogna agire velocemente e adesso – ha aggiunto il vicepresidente nazionale – non è possibile rimandare ancora. E’ necessaria una soluzione, anche tampone, ma che possa far continuare l’attività delle aziende e dei privati senza creare ulteriori disagi. Infine, Mellino ha comunicato come la struttura nazionale di Confartigianato Trasporti interverrà contro la chiusura della Motorizzazione.
Commenti
27/6/2016
L´Agenzia Regionale per il Lavoro ha disposto dal primo luglio il trasferimento degli operatori del Centro Siol, il servizio d´inserimento lavorativo per i soggetti svantaggiati, nelle sedi del Csl
© 2000-2016 Mediatica sas