Skin ADV
Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotiziesardegnaOpinioniElezioniSento aria brutta, resistere con coraggio
Paolo Maninchedda 9 ottobre 2018
L'opinione di Paolo Maninchedda
Sento aria brutta, resistere con coraggio


Non so voi, ma sento aria brutta.
 Non si tratta di piccole polemiche politiche da cortile, di baruffe e competizioni elettorali.
 In Europa e in Italia c’è un clima guerreggiante, un clima pericoloso. Quando si comincia a tollerare le squadracce di estrema destra sui treni; quando si giustifica che una persona prenda un fucile e spari alla gente di colore; quando la si finisce tra istituzioni a dire ‘me ne frego’ e ‘ubriacone’; quando non si ha una politica del Mediterraneo e la si affida al militarismo colonialista della Francia; quando si esalta l’invidia della differenza dei redditi come ideologia dello scontro sociale, si deve sapere che si sta andando incontro a un futuro di guerra civile, di oppressione e di violenza.
Non serve parlare di fascismo e antifascismo, anzi può essere letale farlo. Pasolini ci ha insegnato che “esiste oggi una forma di antifascismo archeologico che è poi un buon pretesto per procurarsi una patente di antifascismo reale.

Si tratta di un antifascismo facile che ha per oggetto ed obiettivo un fascismo arcaico che non esiste più e che non esisterà mai più“. No, non di fascismo si deve parlare, ma di prepotenza, violenza, odio, prevaricazione, dominio.
Di queste radici del male, di cui ciclicamente nella storia si nutre, la politica si deve parlare.
 E si deve resistere e combattere. Tutti i moderati che pensano che non sia così, che pensano che in fondo l’importante è annacquare la Lega, fanno la parte dei giolittiani col fascismo, la parte presuntuosa di chi finge di non sapere che i violenti che loro pensano di governare invece li dominano e li usano anche con disprezzo. 
La Lega sta dicendo a chiare lettere con chi è schierata in Europa: fa i nomi di Le Pen, Orbàn, Putin. Io sto dall’altra parte, anche da solo, ma dall’altra parte. 
Io so dove hanno portato l’Europa queste idee e queste parole. Ogni volta che si è cominciato a usarle è finita malissimo.


Io so cosa pensano alcuni dirigenti della Lega del pellegrinaggio di trombati alle edizioni passate delle elezioni sarde per essere candidati con loro.
 Io so con quanto disprezzo se ne parli, disprezzo peraltro tutto meritato. Questi questuanti sardi del prestigio, immemori dei nostri morti per la nostra libertà,  vendono gli interessi reali della Sardegna per il titolo sdrucito di onorevole e alcuni, i peggiori, per lo stipendio da consigliere regionale. Questa avidità dei pavoni pieni d’aria è miserevole.
 Questi sardi d’occasione presentano l’offerta sacrificale dei nostri interessi economici al Nord Italia, lo stesso Nord Italia che ci ha disboscato, precluso i mercati europei con i dazi, inibito i mercati extraeuropei ai nostri prodotti agroalimentari, razziato quote latte, incentivato la distruzione delle vigne, insegnato a consumare e a non produrre.


Noi sardi abbiamo interessi e diritti contrastanti con l’Italia, ma molti di più ne abbiamo con il Nord Italia, con il territorio che è diventato una delle zone più ricche dell’Europa egemonizzando lo Stato italiano e spolpando il resto del territorio governato dalla Repubblica italiana.
 Riconosciamo i nostri avversari.
 La Sinistra italiana narcotizzata dall’illusione nefasta di identificarsi con lo Stato e con le istituzioni, secondo il protocollo Napolitano, la Sinistra che non sa riconoscere la Nazione sarda perché canta in piazza col petto in fuori l’inno di Mameli (Salvini ringrazia) anziché Procurade ‘e moderare che oggi sarebbe ben cantata, questa sinistra ha ceduto le armi, è bollita, ferma, con parole involute, sembra fatta di prefetti, magistrati, giuristi, ministri e direttori generali.
 Restiamo noi a resistere e dobbiamo farlo senza calcolo, con coraggio, intelligenza e determinazione.

*segretario nazionale del Partito dei Sardi
Commenti
15:25 video
Tutti insieme come ai vecchi tempi. Prima uscita pubblica del Centrodestra algherese dopo le lotte e spaccature degli ultimi tempi. Sfilata di bandiere in Piazza Civica prima della presentazione pubblica della coalizione alla stampa. Parlano i referenti dei partiti che sostengono la coalizione, a cui si è aggiunto il Partito dei Sardi, e tutti sottolineano «la ritrovata unità». Mario Conoci: «bella dimostrazione di coraggio e voglia di fare». Sul Quotidiano di Alghero le immagini
13:16
Online il sito internet dedicato alla campagna elettorale di Mario Bruno, uscente da Porta Terra e ricandidato contro Mario Conoci e Roberto Ferrara. Il candidato pubblica anche la possibilità di elargire donazioni per la campagna elettorale
16:09 video
«Chi non ha il coraggio di ribellarsi non ha il diritto di lamentarsi. Faccio politica da 21 anni ma sempre dietro le quinte, questa volta ho deciso di mettermi in gioco». Giorgia Vaccaro, una debuttante nel grande palco delle elezioni, parla del ruolo della donna nella comunità: «credo che la politica oggi abbia bisogno delle donne, del nostro pragmatismo e della nostra praticità».
24/5/2019
E´ stata presentata nei giorni scorsi la lista allestita dai due partiti, che fa parte della Coalizione di Centrodestra a sostegno del candidato sindaco di Alghero Mario Conoci in vista delle Elezioni amministrative di domenica 16 giugno
23/5/2019 video
«Tutta la coalizione deve essere grata ad Antonello Usai e all´Udc». Il candidato a sindaco del Centrodestra, Mario Conoci, ringrazia pubblicamente il leader dello Scudo Crociato. Poi le bordate su Mario Bruno dal suo ex vicesindaco. Sul Quotidiano di Alghero le immagini della presentazione dei candidati
24/5/2019
E´ la promessa di Roberto Ferrara, candidato sindaco del Movimento 5 stelle Alghero, che mette la Pianificazione territoriale come primo punto del suo programma. «Il Puc è lo strumento cardine su cui ruota la programmazione urbanistica e quindi lo sviluppo socio economico del territorio», sottolinea il consigliere comunale uscente
23/5/2019 video
«Le donne un valore aggiunto anche nella politica». Piera Monica Pulina dopo cinque anni di servizio racconta la sua esperienza e parla di un´esperienza gratificante e impegnativa: Ho sempre cercato di fare da tramite con i cittadini, senza indossare maglie di partito tento di ascoltare le esigenze della gente e avvicinarle al palazzo. Oggi sceglie la Lega e ritenta la scalata per via Columbano.
23/5/2019
Mariano Brianda, candidato sindaco di Sassari per il centrosinistra, ha incontrato ieri a Roma Nicola Zingaretti. Il segretario del Pd ha voluto testimoniare la sua stima nei confronti del candidato sindaco
24/5/2019 video
Il sindaco sarebbe dovuto essere donna. Medico da oltre 25 anni, impegnata nel sociale e in politica da tempo. Pasqualina Bardino parla chiaro: c´è troppa disaffezione dei giovani, legata soprattutto all´inconsapevolezza. «Dobbiamo cercare di fargli capire che soltanto con il loro interessamento ci saranno vere soluzioni per le nuove generazioni». Progetti, idee e percorsi per l´Alghero del futuro nelle sue parole.
24/5/2019
L’Ufficio elettorale comunica che il palazzo centrale di Piazza Umberto I resterà aperto per il rilascio dei duplicati delle tessere elettorali venerdì 24 e sabato 25 maggio dalle ore 9 alle ore 18
24/5/2019 video
Le urne in Italia saranno aperte solo domenica 26, dalle 7 alle 23. Possono votare tutti i cittadini che hanno compiuto 18 anni e sono eleggibili quelli che hanno compiuto 25 anni
20/4/2019
Codice di autoregolamentazione per la campagna elettorale. In occasione delle elezioni amministrative ed europee della primavera 2019 su tutti i siti di proprietà della Mediatica Srl.
24/5/2019 video
In Riviera del corallo, una delle ultime tappe del tour elettorale dell´europarlamentare di Forza Italia, introdotto dall´ex consigliere regionale Marco Tedde. Sardegna al voto per il rinnovo dell'Europarlamento nel weekend, domenica 26 maggio 2019, dalle ore 7 alle 23. Ecco le dichiarazioni di Cicu e Tedde ai microfoni del Quotidiano di Alghero.
23/5/2019
Gli incontri con il candidato consigliere Piras «saranno l’occasione per scoprire il progetto quartiere per quartiere, ricevere idee e vivere la quotidianità dei cittadini che lavorano, sperano e progettano il loro futuro nel nostro comune»
© 2000-2019 Mediatica sas