Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotiziesassariPoliticaUrbanistica › Adottato il Piano particolareggiato Sacro Cuore
Red 30 maggio 2018
Ieri, il Consiglio comunale di Sassari ha approvato all´unanimità il Piano particolareggiato per il quartiere di Sacro Cuore, considerato centro matrice per la sua valenza storico-culturale ed architettonica
Adottato il Piano particolareggiato Sacro Cuore


SASSARI - «Il Piano particolareggiato per il quartiere Sacro Cuore è realtà. Si concretizza un lavoro durato mesi, che ha visto lo scorso agosto l'adozione preliminare, votata all'unanimità, e, nel mese di settembre, il coinvolgimento degli abitanti del quartiere in un importante momento di partecipazione pubblica. È una soddisfazione per il Consiglio comunale, per l'Assessorato e per gli uffici competenti, senza i quali questo risultato non avrebbe potuto essere raggiunto». Così, l'assessore alle Politiche per la pianificazione territoriale del Comune di Sassari Alessandro Boiano, commenta l'approvazione all'unanimità, avvenuta durante il Consiglio Comunale di ieri (martedì), del Piano particolareggiato per il quartiere di Sacro Cuore.

Nonostante il quartiere sia fuori dal centro storico, medioevale ed ottocentesco, è considerato centro matrice per la sua valenza storico-culturale ed architettonica, in quanto rappresenta il primo intervento di edilizia sociale progettata per l'Istituto fascista autonomo delle case popolari per la provincia di Sassari, realizzato tra gli Anni Trenta e gli Anni Cinquanta. «Il piano particolareggiato è uno strumento fondamentale – spiega il sindaco Nicola Sanna – che incide sulla qualità complessiva della comunità che vive il quartiere perché indica gli interventi edilizi e le modalità per valorizzare e migliorare l'area, gli spazi pubblici e gli immobili che la compongono nel rispetto delle peculiarità storiche e architettoniche che la connotano. L'obiettivo principale è la sostenibilità urbana e ambientale dell'area, attraverso la rigenerazione paesaggistica ed energetica del patrimonio edilizio privato».

Conservando l'impianto urbano originario e per valorizzare la natura tipicamente residenziale del quartiere, lo strumento urbanistico migliorerà i viali alberati e gli spazi verdi, potenziandone la loro natura di luoghi di incontro ed aggregazione; saranno previste “isole 30” (dove i mezzi possono raggiungere massimo 30chilometri all'ora) e rivista, dove necessario, la viabilità. Saranno incentivati gli esercizi commerciali al minuto, le strutture associative, sanitarie, religiose e sociali. È previsto il recupero dei fabbricati già esistenti, con la sostituzione di parti incongrue. Per ogni palazzo ed appartamento, sono pubblicate sul sito internet istituzionale del Comune le schede di sintesi che riportano l’analisi e le possibilità progettuali, attraverso l’individuazione degli interventi consentiti; si troveranno indicazioni sul colore della facciata, sugli infissi e su ogni altro dettaglio che possa riportare gli immobili alle caratteristiche tipiche degli Anni Trenta-Cinquanta, sottolineandone così la loro importanza storico-architettonica. Sarà possibile abbattere le barriere architettoniche, individuando le modalità più adatte che si sposano con la struttura originaria degli immobili, senza deturparla. Un'attenzione particolare è poi data all'efficientamento energetico, con l'inserimento di sistemi ecocompatibili, di isole energetiche e con il miglioramento dell'illuminazione pubblica. Nel Piano particolareggiato, è prevista anche la costruzione di un nuovo immobile (l'unica volumetria prevista nel piano) di edilizia residenziale o di social housing pubblica al posto di un capannone in stato di degrado.
Commenti
10:13
Alghero si dota dei più elementari atti di pianificazione (con ritardi importanti) ma non tutti sono contenti: La presidente del Comitato Zonale Nurra non si tira indietro neanche dopo la nuova presa d´atto dello studio sul Piano di Assetto idrogeologico e annuncia opposizione ferma
19/8/2018
A me il cuore duole quando vedo la mia amata città sprofondare sempre più verso la deriva del mancato decoro. È risaputo quanto le Istituzioni regionali e non solo loro stiano trascurando se non addirittura ostacolando la crescita del nostro territorio, ma se poi anche la nostra Amministrazione fa poco o nulla per rendere più attraente l´Alguer, allora questa è proprio la fine
© 2000-2018 Mediatica sas