Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotiziesardegnaOpinioniUrbanisticaLe jeux sont fait, altro ufficio altra corsa
Raffaele Cadinu 12 maggio 2018
L'opinione di Raffaele Cadinu
Le jeux sont fait, altro ufficio altra corsa


La burocrazia e la cervellotica viaggiano a braccetto. La cervellotica è quella branca dell’insipienza che permette alla burocrazia di vessare gli utenti. La semplificazione delle procedure, che annulla la burocrazia, è alla base di una società che non vessa i cittadini ma che anzi li aiuta a non perdere tempo, denaro e salute. Accade però che il burocrate di turno, per onorare il suo ruolo muova le mani, e quando la mano destra non sa cosa fa la mano sinistra ecco che le cose si complicano esponenzialmente, specialmente se i miglioramenti sono fatti dal Cimabue di turno, che non è il famoso pittore ma il fraticello della pubblicità che di cose ne faceva una e ne sbagliava due. L’argomento che evidenzio con la presente riguarda il TESTO UNIFICATO DL 409-PPLL 19-418-43, cioè la proposta di Legge inerente la Disciplina Generale per il Governo del Territorio che la Regione ha intenzione di licenziare a Luglio. Leggendo il testo, e precisamente l’art. 109 inerente il Piano del Parco e il Piano delle Riserve Naturali, mi sono accorto dell’ennesima azione cervellotica, atta a complicare la vita degli utenti.

Dopo le solite premesse fatte con parole mielose in burocratese contemplativo, viene descritto nei circa 15 commi successivi il percorso approvativo della predisposizione e della approvazione dei Piani del Parco e delle Riserve. Alla lettura però del Comma 16, ecco che salta all’occhio l’ennesima angheria burocratica che sarà fonte di complicazioni e sovrapposizione di competenze. Il nostro burocrate infatti ha previsto di “poter” delegare gli Enti Parco per il rilascio delle Autorizzazioni Paesaggistiche, creando così un ennesimo centro di potere con allegato stipendificio, assurdo quanto inutile. Avremmo così un Ufficio Tutela Regionale, uno comunale e uno del Parco! Nel testo si legge infatti che il rilascio dei provvedimenti di cui agli articoli 146 e 167 del decreto legislativo n. 42 del 2004 (codice del Paesaggio) è delegato a tali Enti gestori. Così in un comune come quello di Alghero avremmo un ufficio Tutela nella sede comunale e un Ufficio Tutela presso il Parco. In effetti l’art. 146 recita: La regione esercita la funzione autorizzatoria in materia di paesaggio avvalendosi di propri uffici dotati di adeguate competenze tecnico-scientifiche e idonee risorse strumentali.

Può tuttavia delegarne l'esercizio, per i rispettivi territori, a province, a forme associative e di cooperazione fra enti locali come definite dalle vigenti disposizioni sull'ordinamento degli enti locali, agli enti parco, ovvero a comuni, purchè gli enti destinatari della delega dispongano di strutture in grado di assicurare un adeguato livello di competenze tecnico-scientifiche nonchè di garantire la differenziazione tra attività di tutela paesaggistica ed esercizio di funzioni amministrative in materia urbanistico-edilizia. Ora vero è che la Legge prevede in certi casi tale delega, ma la parola ovvero del testo di Legge significa o agli Enti Parco oppure ai Comuni e certamente non ad entrambi. Per di più nell’ultimo capoverso dell’art. 146 è espressamente richiesto che vi sia la differenziazione tra le attività di tutela paesaggistica e l’esercizio delle funzioni amministrative in materia di edilizia. Ciò significa che l’eventuale Ufficio del Paesaggio del Parco deve avere una propria autonomia svincolata dalle altre funzioni con personale e strutture in grado di assicurare un adeguato livello di competenze tecnico scientifiche, cioè altro personale per fare le stesse cose che già fa il personale dell’Ufficio tecnico del Comune. Insomma l’ennesima complicazione inutile e dispendiosa sempre a carico dei cittadini, poiché il povero utente dovrà presentare l’ennesima copia all’ennesimo Ente, pagargli gli ennesimi stipendi, attendere gli ennesimi ulteriori tempi, rivolgersi all’ennesimo ulteriore funzionario che a volte la pensa, con la sua discrezione in maniera diversa dagli altri ennesimi Uffici. Complimenti Assessore Erriu, si può appuntare l’ennesima medaglia!
Commenti
22:22
Si terrà giovedì la conferenza del professor Oriol Nel.lo, organizzato dal Comune di Sassari, dal Dipartimento di Architettura, design, urbanistica dell’Università degli studi di Sassari, da Tamalacà, spin-off sostenuta dall’Università di Sassari e da Sardarch, collettivo di architettura
22/5/2018
Se da una parte resta alta l’attenzione per le diverse questioni ancora da affrontare e definire, non possiamo non esprimere soddisfazione per l’ulteriore avanzata vero l’approvazione definitiva del “Piano per la Conservazione e Valorizzazione della Bonifica” con l’approvazione del Consiglio delle osservazioni dei cittadini al Piano
© 2000-2018 Mediatica sas