Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotiziealgheroSaluteSanitàRianimazione ad Alghero dal 2018
M.N. 10 ottobre 2017
In attesa del voto finale dell´Aula di via Roma, il presidio ospedaliero di Alghero-Ozieri incassa il riconoscimento di Dea di Primo livello. Una conquista non scontata per la città e il territorio, raggiunta grazie alla caparbietà dei sindaci, commissioni sanità e operatori
Rianimazione ad Alghero dal 2018


ALGHERO - In attesa del voto finale, adesso è ufficiale. Consiglieri regionali del territorio e giunta, con l'assessore Arru in testa, mantengono la promessa: Il presidio ospedaliero di Alghero-Ozieri incassa il riconoscimento di Dea di Primo livello dal 2018 e senza alcun monitoraggio. Si avvieranno così i lavori per l'apertura della Rianimazione, obbligatoria per i presidi così catalogati.

Il Consiglio approva il capitolo 5 “Rimodulazione dei presidi ospedalieri rispetto ai territori di riferimento” (27 voti favorevoli e 23 contrari) e rimanda l'approvazione definitiva di Proposta di ridefinizione della rete ospedaliera alla seduta di mercoledì. Tra gli emendamenti approvati, quello della maggioranza di Centrosinistra che ridefinisce il presidio del nord ovest in Dea di Primo livello (26 voti favorevoli e 16 contrari).

«Le comunità locali - ha detto in aula Luigi Ruggeri (Pd) che ha presentato l'emendamento sostenuto da tutti i gruppi di maggioranza - hanno proposto una serie di specializzazioni per l’area di Alghero-Ozieri e l’indicazione è stata accolta con riferimento al complesso dei due stabilimenti, ferma restano la necessità della rianimazione da cui non si può prescindere, ma è un percorso che ha bisogno di un certo lasso di tempo e di passaggi amministrativi».

Inutile negarlo: per la città di Alghero, il territorio dell'ex Asl sassarese e tutto il Distretto socio-sanitario si tratta di una prima conquista se si considera la lunga battaglia che ha visto impegnati sindaci, commissioni sanità e operatori. In attesa di capire le disposizioni di legge, Alghero e Ozieri vedono riconosciuto un primo diritto, quello all'innalzamento dei livelli di assistenza.

Serve adesso capire se e quando, gli investimenti sull'edilizia ospedaliera che saranno sbloccati con l'approvazione definitiva della Rete ospedaliera (dovrà passare per il via libera del Governo) saranno destinati anche alla realizzazione del nuovo ospedale che la città di Alghero attende ormai da troppo tempo. Il vecchio piano infatti (giunta Soru), già prevedeva la nuova struttura alla Taulera.

Foto d'archivio
Commenti
18/9/2018
Il divieto riguarda le vie Sieni, Vardabasso, Morandi, Siglienti, Ugo La Malfa, Melis, Demuro e Piazza Aldo Moro. Lo si legge nell´ordinanza firmata oggi (martedì) dal sindaco di Sassari Nicola Sanna, che rimarrà in vigore fino alla verifica di conformità per i nitriti
20:06
Il Piano per l’abbattimento delle liste d’attesa, attuato nell´Unità operativa di Radiologia dell´ospedale Giovanni Paolo II, sta generando ottimi risultati. E´ stato possibile incrementare il numero delle prestazioni aggiuntive per gli esami radiodiagnostici ritenuti urgenti
17/9/2018
I Sindaci della Sardegna sono con la popolazione, con le fasce marginali, con i deboli e chiedono al governo che vengano rispettate le prerogative della Regione Sarda che ha poteri costituzionali in materia di sanità e per giunta ne sostiene i relativi costi
18/9/2018
Servizio trasporto in ambulanza: l´assessore regionale della Sanità ha incontrato i rappresentanti delle postazioni della centrale 118: «Pronti a dare risposte alle istanze degli operatori»
17/9/2018
Sclerosi laterale amiotrofica: lo studio “Disruption by SaCas9 endonuclease of Herv-Kenv, a retroviral gene with oncogenic and neuropathogenic potential, inhibits molecules involved in cancer and amyotrophic lateral sclerosis” dell´Università di Sassari contribuisce a far luce sull´origine della malattia
© 2000-2018 Mediatica sas