Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotizienuoroPoliticaSicurezza › A Macomer, si parla di bullismo
Red 18 marzo 2017
Sabato 25 marzo, la sala convegni dell´Unla (ex caserme Mura) ospiterà un convegno su bullismo e cyberbullismo. Tra gli obiettivi degli organizzatori, riavvicinare la politica ai problemi concreti dei cittadini e delle famiglie
A Macomer, si parla di bullismo


MACOMER - Sabato 25 marzo, alle ore 17, nella sala convegni dell'Unla (ex caserme Mura), in Via Gramsci, a Macomer, è in programma il convegno intitolato “Bullismo e cyberbullismo, adolescenti in rete o ragnatela sociale?”. All'incontro, organizzato dal Movimento cristiano Forza popolare e dall'associazione culturale Nuova prospettiva popolare, dopo i saluti del consigliere regionale e presidente del Movimento cristiano Marcello Orrù, del presidente di Nuova prospettiva popolare Daniele Maoddi, del coordinatore del Movimento cristiano Mauro Bulla e della responsabile regionale delle donne del movimento Lisa Mulas, interverranno in qualità di relatori lo psicologo psicoterapeuta e giudice onorario del Tribunale di Sassari Giulio Littera (Legami di attaccamento e costruzione di personalità nel bullo e nella vittima), la psicologa psicoterapeuta Francesca Licheri (Bullismo, tra risorse da mobilitare e significati da costruire) ed il sostituto commissario della Polizia delle comunicazioni di Nuoro Pierluigi Sanna (Internet e nuove tecnologie, tra opportunità e pericoli).

L'intervento conclusivo sarà di Gina Falchi, insegnante e responsabile regionale Scuola del Movimento cristiano, che interverrà sul tema “Il ruolo della istituzione Scuola nella lotta al bullismo”. «Si tratta di un tema molto sentito nell'ambito del rapporto famiglie-scuola - afferma Falchi - obiettivo dell'iniziativa è arrivare alle famiglie affinchè siano informate su un fenomeno diffuso e che tocca da vicino i nostri ragazzi. Sono ormai numerosi i casi di bullismo elevati alle cronache nazionali e il problema è più diffuso di quanto potrebbe apparire. E' necessaria pertanto un'adeguata politica di prevenzione e informazione ed è fondamentale che le famiglie non siano abbandonate e lasciate sole nella lotta ad un fenomeno grave e da contrastare con tutte le forze». Per Maoddi, «è importante riavvicinare la politica ai cittadini, mai come oggi distanti dai partiti. Ecco perchè vogliamo affrontare problemi concreti che toccano la quotidianità delle persone e creare occasioni di discussione e confronto che vadano incontro alle esigenze delle famiglie. Le parole d'ordine della politica non possono continuare ad essere solamente “rimpasti”, “congressi”, “quote rosa” ecc: con convegni di questo tipo, che toccano temi sociali e culturali, vorremmo andare oltre la politica per soli addetti ai lavori e contribuire a riaccendere la passione per la politica da parte dei cittadini, famiglie in primis. La scuola e la valorizzazione della ricchezza umana che ruota intorno ad essa e la sfide educative sono senz'altro tra le priorità in un contesto come quello attuale dove la scuola è colpita da politiche di tagli che la depotenziano sui territori».

Il convegno è patrocinato da Generazione famiglia-Manif pour tous Italia, il movimento delle famiglie organizzatore del Family day del giugno 2016, che ha visto tante persone scendere in piazza a Roma al Circo Massimo a favore delle politiche per la famiglia. Durante il convegno di Macomer verrà letto un messaggio di Filippo Savarese, Maria Rachele Ruiu e Jacopo Coghe, dirigenti nazionali di Generazione famiglia. Nel corso dell'evento, che sarà moderato da Rossana Gurrera del coordinamento regionale del Movimento cristiano Forza popolare, verrà proiettato un video sul bullismo realizzato dai ragazzi di una scuola del sud Italia. «La famiglia è ancora ad oggi, nonostante i forsennati attacchi che da più parti subisce, il baluardo della società italiana e primario punto di riferimento per milioni di persone - afferma Orrù - ed è compito della politica affrontare i problemi che le famiglie incontrano ogni giorno sulla propria strada. Il convegno di Macomer intende essere un passo avanti su questa direzione».
14/10/2017
La portavoce del Movimento 5 stelle nel Consiglio comunale di Sassari Desirè Manca chiede la convocazione urgente della Sesta Commissione consiliare, in riferimento alla grave situazione in cui versa la parte bassa del centro storico: «Le segnalazioni legate a episodi di degrado, violenza e disturbo mi arrivano ormai quotidianamente, fotografia di un quartiere ormai in balia di delinquenti, spacciatori e prostitute. Bisogna intervenire, subito e con decisione»
© 2000-2017 Mediatica sas