Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotizienuoroSaluteSanità › Cardiologia nuorese al top in Italia
S.A. 5 agosto 2016
In due anni l’equipe guidata da Casu ha già effettuato, nella nuova Sala di Elettrofisiologia dell’Ospedale di Nuoro, 35 chiusure di auricola
Cardiologia nuorese al top in Italia


NUORO - È in corso di pubblicazione, sul Volume 17 del "Giornale italiano di Cardiologia", il nuovo documento di Consenso di tutte le Società Scientifiche Italiane coinvolte sulle indicazioni, la selezione dei pazienti e la formazione degli operatori per la chiusura percutanea dell’auricola sinistra. Il testo sarà sottomesso per la pubblicazione allo European Heart Journal (EHJ).

Al documento – che è strategico per garantire l’adeguamento della pratica clinica aritmologica alle più avanzate conoscenze scientifiche – ha dato un importante contributo l'Unità Operativa Complessa di Cardiologia dell'Ospedale San Francesco di Nuoro. Il direttore dell’Unità Operativa di Cardiologia, Dott. Gavino Casu, coadiuvato dall'intera equipe, è il capofila tra i responsabili dei 20 centri specialistici più importanti a livello nazionale che hanno elaborato le linee guida sulla chiusura percutanea dell’auricola sinistra. È una tecnica che viene praticata per eliminare o ridurre il rischio di ictus per chi soffre di fibrillazione atriale e non può assumere farmaci anticoagulanti.

In due anni l’equipe guidata da Casu - composta anche dai cardiologi Pierluigi Merella, Elia Carai e Paolo Pischedda e dall’equipe infermieristica di Cardiologia Interventistica e UTIC - ha già effettuato, nella nuova Sala di Elettrofisiologia dell’Ospedale di Nuoro, 35 chiusure di auricola. La complessa procedura è praticata in Italia da pochi centri altamente qualificati. Da oggi chi soffre di fibrillazione atriale e non può assumere farmaci anticoagulanti può trovare a Nuoro una valida arma contro il rischio di incorrere in embolie cerebrali, quindi, in ictus ischemici.
Commenti
16/11/2017
Un Falcon 50 del 31esimo Stormo dell´Aeronautica militare è decolatto ieri dalla Riviera del corallo per accompagnare una bimba di tre mesi in Liguria e ricoverata subito dopo all´ospedale Gaslini
16/11/2017
E’ partito dagli ospedali di San Gavino, Duilio Casula di Monserrato, Lanusei, San Martino di Oristano, San Michele e Microcitemico dell’Azienda Brotzu il progetto dell´Agenas “Valutazione partecipata del grado di umanizzazione delle cure”, che vede coinvolti quarantacinque pazienti di trentasette associazioni appartenenti a Tramas, la rete dei cittadini nata nel 2015 per iniziativa dell’Assessorato regionale della Sanità
© 2000-2017 Mediatica sas