Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotizienuoroPoliticaLavoro › Tossilo: messi in sicurezza i posti di lavoro
A.B. 14 marzo 2016
Si è concluso con un accordo sottoscritto da tutti i presenti l’incontro di questa mattina (lunedì) nella sede dell’Assessorato Regionale per il Lavoro sulle tutele da assicurare a trentotto lavoratori della Tossilo, in attesa della costruzione del nuovo impianto di termovalorizzazione dei rifiuti
Tossilo: messi in sicurezza i posti di lavoro


MACOMER - Si è concluso con un accordo sottoscritto da tutti i presenti l’incontro di questa mattina (lunedì) nella sede dell’Assessorato Regionale per il Lavoro sulle tutele da assicurare a trentotto lavoratori della Tossilo, in attesa della costruzione del nuovo impianto di termovalorizzazione dei rifiuti. L'avvio dell'impianto è previsto per giugno, con un orizzonte temporale presumibile di tre anni (fino a giugno 2019). Alla riunione, presieduta dall’assessore regionale del Lavoro Virginia Mura, hanno partecipato i capi di Gabinetto degli Assessorati Regionali del Lavoro, della Programmazione, dell’Ambiente e dell’Industria, i rappresentanti dell’azienda Tossilo, del Consorzio Zir di Macomer e delle organizzazioni sindacali (Cgil, Cisl, Uil e Fiadel).

In apertura dell’incontro, l’assessore Mura ha manifestato, a nome della Giunta Regionale, la volontà di “mettere in sicurezza” le posizioni lavorative degli addetti interessati, a totale presidio dei livelli occupazionali attualmente assicurati da Tossilo. Dal punto di vista operativo, la soluzione raggiunta prevede per i lavoratori interessati il ricorso combinato ad ammortizzatori sociali ed a progetti ad impatto sociale, a copertura del periodo necessario a concludere la riattivazione del nuovo impianto. Per i lavoratori interessati verrà utilizzato il ricorso combinato ai diversi ammortizzatori sociali disponibili: contratto di solidarietà di tipo B (utilizzabile fino al 31 dicembre), assegno di solidarietà (per massimo dodici mesi) e assegno ordinario (per massimo ventisei settimane). Poiché il ricorso combinato agli ammortizzatori sociali consente di coprire un arco massimo di ventiquattro mesi, per il periodo rimanente (dodici-diciotto mesi ed eventuali proroghe) verrà invece elaborato (ad opera dell’Assessorato Regionale della Programmazione) un progetto a impatto sociale che possa prevedere anche attività di formazione, da attivare con imprese del territorio che utilizzino i lavoratori di Tossilo in possesso di qualificati profili professionali.

La sequenza dell’utilizzo degli strumenti individuati verrà definita in base ai tempi tecnici minimi per il completamento delle procedure amministrative e per la predisposizione del progetto ad impatto sociale. Al termine dell’incontro, Virginia Mura ha manifestato la piena disponibilità a incontrare gli amministratori locali del territorio, in una prossima riunione da tenersi entro breve tempo, per avviare un’azione comune di individuazione e sensibilizzazione delle aziende della zona, affinché accolgano i lavoratori di Tossilo nell’ambito del prospettato progetto ad impatto sociale.
17:17
Venerdì sera, gli assessori regionali dell’Industria e della Difesa dell’ambiente hanno partecipato, in rappresentanza della Giunta regionale, alla manifestazione pubblica “Mai più divisi”
21/4/2018
La Giunta regionale presenterà al Mise l’istanza di riconoscimento della situazione di Crisi industriale complessa per il polo industriale di Ottana. Lo prevede una delibera approvata ieri dall’Esecutivo, su proposta della Presidenza, di concerto con l’Assessorato dell’Industria
© 2000-2018 Mediatica sas