Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotizienuoroPoliticaSicurezza › «Il Tribunale di Lanusei resta»
A.B. 27 febbraio 2016
Il ministro della Giustizia Andrea Orlando rassicura: «Non ridurremo i tribunali. C´è la necessità di un ritocco dei confini dei singoli circondari in qualche area del Paese, ma non è il caso della Sardegna»
«Il Tribunale di Lanusei resta»


LANUSEI - «Il tema non è sul mio tavolo e penso che non lo sarà neanche nei prossimi anni». La rassicurazione sull'ipotesi di un accorpamento dei tribunali in Sardegna, con la conseguente soppressione di qualche presidio, è arrivata questa mattina (sabato), dal ministro della Giustizia Andrea Orlando, giunto a Cagliari per un incontro pubblico dal titolo “Una città per la cultura della legalità e del senso civico”, nella sala grande del Teatro Massimo.

«Abbiamo fatto una scelta che è quella di incaricare la Commissione Vietti che si occuperà dell'assetto della geografia giudiziaria di occuparsi solo del tema del secondo grado di giudizio - spiega il ministro ai taccuini dell'agenzia di stampa Dire - In Sardegna il problema non si pone, perchè c'è soltanto la Corte d'appello. Il tema dei tribunali non è quindi in discussione. Piuttosto, c'è la necessità di un ritocco dei confini dei singoli circondari in qualche area del Paese, ma ripeto, non è il caso della Sardegna».

«Il discorso sull'assenza di interventi sulle sedi giudiziarie in Sardegna, naturalmente riguarda anche il tribunale di Lanusei». Con queste parole, il guardasigilli Orlando ha rassicurato anche il consigliere regionale ogliastrino del Partito Democratico Franco Sabatini. Il consigliere ha chiesto lumi al ministro sul presidio che più sembrava rischiare, prima dell'incontro pubblico moderato dal direttore de L'Unione Sarda Antony Muroni, che ha visto anche la partecipazione del sindaco di Cagliari Massimo Zedda.

Nella foto: il ministro Andrea Orlando
7/12/2016
Tre delle quattro palme di Piazza Umberto I sono state rimosse per motivi di decoro e di sicurezza. Qualche mese fa erano state attaccate dal punteruolo rosso
© 2000-2016 Mediatica sas