Nuoro News
Notizie    Video   
NOTIZIE
Nuoro News su YouTube Nuoro News su Facebook Nuoro News su Twitter Alguer.cat
Nuoro NewsnotizienuoroPoliticaPolitica › Zona franca burocratica per i Comuni montani in Sardegna
S.A. 21 gennaio 2016
Accolta la proposta de La Base in Consiglio regionale. Per i territori dei Comuni montani si tratta di un’occasione importante per azzerare la burocrazia a favore delle proprie imprese. L´unico limite è riferito ai procedimenti in materia tributaria e ordine pubblico
Zona franca burocratica per i Comuni montani in Sardegna


NUORO - I territori montani della Sardegna saranno presto a “burocrazia zero”. Lo ha deciso il Consiglio regionale nell’approvare la proposta del movimento La Base (primo firmatario Gaetano Ledda) al disegno di legge sulla riforma degli enti locali, relative alle misure per i Comuni montani e rurali. Attraverso la legge sugli enti locali la Regione, proprio su indicazione del movimento La Base, riconosce l'importanza strategica per la valenza identitaria, culturale, ambientale ed economica delle comunità insediate nei Comuni montani.

«Sarà creata una “zona franca burocratica” per i Comuni montani – spiega il presidente del Movimento Efisio Arbau -. Nasceranno così i Comuni montani a burocrazia zero. Questi territori saranno individuati (ai sensi dell'articolo 37, D.L. 21 giugno 2013, n. 69, convertito con modificazioni dalla legge 9 agosto 2013, n. 98) come “zone a burocrazia zero”. La Giunta regionale entro 90 giorni dall'approvazione della legge emanerà direttive attuative che definiscano le modalità con le quali le “zone a burocrazia zero” si esplicano».

Per i territori dei Comuni montani si tratta di un’occasione importante per azzerare la burocrazia a favore delle proprie imprese. L'unico limite è riferito ai procedimenti in materia tributaria e ordine pubblico. Per il resto il campo sarà libero per amministrazioni comunali che vogliano creare la prima zona franca burocratica d'Italia. «La nostra proposta – sottolinea il consigliere regionale Gaetano Ledda – ha trovato il sostegno immediato dell’Assessore Cristiano Erriu e di tutta la maggioranza. Si tratta di un’iniziativa importante per coloro che lavorano e che vogliono fare impresa nei paesi montani. Qualcosa di concreto in mezzo a molte chiacchiere inutili da parte dei tromboni della politica».

«Le misure accolte sono un parte di quelle previste nella legge sulla montagna che il nostro gruppo consiliare ha depositato in Consiglio – afferma ancora Efisio Arbau - e che si spera possa presto giungere in discussione ed approvazione». Sempre su indicazione de La Base è riconosciuta per legge che le piccole Unioni di comuni montani esistenti non sarà applicato il limite demografico dei diecimila abitanti. In questo modo potranno continuare a vivere in autonomia evitando di disperdere il lavoro portato avanti negli anni scorsi.
21:34
L´appuntamento, atteso per domenica 12 marzo, è stato rinviato a sette giorni dopo. La decisione è stata presa oggi pomeriggio, a Tramatza, durante l´assemblea regionale
20/1/2017
Ci stiamo adoperando per scrivere un dossier sulla demolizione della Sardegna operata dalla giunta Pigliaru, con un bilancio di metà mandato che denota il dissesto dei comparti strategici dell’Isola
19/1/2017
Su questo tema, Massimo Rizzu referente provinciale del movimento “Insieme Per le Autonomie” giovani, interviene con una proposta depositata in comune
20/1/2017
Il deputato dei Riformatori ha rivolto un'interrogazione urgente al ministro Guardasigilli Orlando per chiedere perché il carcere di Buoncammino non sia stato ancora restituito alla città
20/1/2017
Alla mozione del Movimento Cinque Stelle approvata nel 2015 non sono seguiti dei fatti. I due portavoce chiedono all´amministrazione Bruno di concretizzare l´impegno dell´Aula
19/1/2017
Chi può credere che su Università, lavoro, cultura e lingua sarda siano stati raggiunti obbiettivi importanti? E a chi possono darla a bere quando parlano di successi nelle politiche per le zone interne, chimica verde, turismo e agricoltura?
© 2000-2017 Mediatica sas